| Registrati | Recupera Password

 | 
 | 
 | 
Ricerca
Aspetti gestionali
0

Probabile stop a autocertificazione sostitutiva della valutazione dei rischi per enti sotto i 10 dipendenti

Le associazioni che si avvalgono dell’opera di un lavoratore subordinato o ad esso equiparato hanno l’obbligo di realizzare una valutazione di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori, secondo le modalità ed i contenuti del D.Lgs. 81/2008, come già comunicato ed esposto nello specifico instant book.
Lo stesso decreto, tuttavia, prevede per le realtà con un numero di lavoratori sino a 10 la possibilità di non redigere il documento sulla valutazione dei rischi sostituendolo, in via transitoria e con validità sino al 30 giugno 2012, con un’autocertificazione che attesti l’avvenuta valutazione dei rischi.
Considerando che detta semplificazione è “transitoria” sin dal 1996 e che attraverso proroghe e riformulazioni si è arrivati al 30 giugno 2012, si ritiene possa essersi consolidata nel tempo una sorta di certezza della proroga che, in qualche modo, potrebbe portare ad una sottostima della valenza effettiva della data suddetta.
Per questo appare utile sottolineare che la Comunità Europea, nel dicembre 2011, ha aperto una procedura di infrazione che contempla come violazione delle direttive europee proprio la non redazione del documento sulla valutazione dei rischi per le realtà sotto i dieci dipendenti. L’ipotizzata proroga sembra, quindi, improbabile: le associazioni dovranno, con ogni probabilità, attivarsi al fine di poter redigere il documento sulla valutazione dei rischi (documento al quale è necessario apporre data certa) entro il termine del 30 giugno 2012.
A cura dell’ing. M. Zinesi
Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • pinterest
  • mail

Autore: diluca

Progetto promosso da: