| Registrati | Recupera Password

 | 
 | 
 | 
Ricerca
Comunicazioni
0

La forza delle “imprese coesive”

Dai siti di Unioncamere e IRIS Network

Presentato nei giorni scorsi il rapporto “Coesione è competizione – Nuove geografie della produzione del valore in Italia”, realizzato da Consorzio Aaster, Fondazione Symbola e Unioncamere. Il rapporto evidenzia come la coesione sia un importante fattore di competetività per le imprese italiane, anche se spesso non registrato dagli indicatori economici più diffusi.

“C’è un’Italia che, nonostante la crisi, resiste e sa essere innovativa, creativa, unita, vocata alla qualità e alla bellezza. In una parola competitiva. È l’Italia della coesione, quella che vede le aziende camminare con le comunità, coinvolgere i cittadini, valorizzare e sostenere i lavoratori. Proprio le imprese ‘coesive’ – quelle fortemente legate a comunità di appartenenza e territorio in cui operano, che investono nel benessere economico e sociale, nelle competenze e cura dei propri lavoratori, nella sostenibilità, nella qualità e bellezza, radicate nella filiera territoriale e tese a soddisfare le esigenze di fornitori, clienti e stakeholder in generale, che hanno relazioni con il non profit e le istituzioni territoriali – hanno una marcia in più che permette loro di andare lontano.” Questa tipologia di imprese – secondo Symbola – ha registrato nel 2013 aumenti del fatturato, rispetto al 2012, nel 39% dei casi, mentre fra le imprese “non coesive” tale quota si ferma ben al di sotto, al 31%. Ciò dimostrando una migliore dinamicità anche sul fronte dell’occupazione: il 22% delle imprese coesive ha dichiarato un aumento degli occupati tra il 2012 e il 2013, contro il 15% delle altre imprese. Idem dicasi per fatturato totale e ordinativi esteri previsionali: la quota di imprese che dichiara un aumento per il 2014 di questi due indicatori è in misura significativamente maggiore tra quelle coesive rispetto a quelle non coesive, nell’ordine il 44 e 55% per le prime, il 39 e il 52% per le altre.

 

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • pinterest
  • mail

Autore: Marocchi

Progetto promosso da: