| Registrati | Recupera Password

 | 
 | 
 | 
Ricerca
Dalle Regioni
0

Disciplina delle attività europee e di rilievo internazionale della Regione Toscana

La Regione Toscana ha approvato la Legge regionale n. 26 del 22 maggio 2009  (B.U.R.  27/05/2009 , n.18)  – Disciplina delle attività europee e di rilievo internazionale della Regione Toscana.

Di interesse per il volontariato e il Terzo settore l’articolo 36. 

Articolo  36 – Comitato direttivo dei toscani all’estero

1. È istituito il Comitato direttivo dei toscani all’estero, con funzioni di:
a) proposta e consulenza in ordine alle norme ed agli interventi regionali che riguardano cittadini toscani all’estero e loro famiglie;
b) formulazione di indirizzi ai fini della attuazione del piano integrato per le attività internazionali e per la costituzione delle associazioni dei toscani all’estero.

2. Il Comitato direttivo è presieduto dal Presidente della Giunta regionale o da un suo delegato ed è composto da:
a) i coordinatori continentali di cui agli articoli 38 e 39;
b) diciannove rappresentanti dei coordinamenti continentali di cui all’articolo 38 così suddivisi: cinque per l’Europa, sette per l’America del Sud, quattro per l’America del Nord, due per l’Australia, uno per il Sud Africa;
c) sette rappresentanti delle associazioni di volontariato con sede in Toscana la cui attività comprende lo sviluppo e il mantenimento di legami con i toscani all’estero;
d) tre rappresentanti di organizzazioni sindacali dei lavoratori;
e) tre rappresentanti delle categorie economiche;
f) quattro rappresentanti degli istituti di patronato e assistenza sociale per lavoratori residenti all’estero e loro famiglie operanti a livello nazionale e regionale;
g) tre rappresentanti degli enti locali toscani nominati dal Consiglio delle autonomie locali ai sensi dell’articolo 22 della legge regionale 8 febbraio 2008, n. 5 (Norme in materia di nomine e designazioni e di rinnovo degli organi amministrativi di competenza della Regione);
h) un rappresentante delle organizzazioni del tempo libero.

3. I componenti del Comitato direttivo possono partecipare senza diritto di voto alle sedute dell’Assemblea dei toscani all’estero.

4. Il Comitato direttivo può nominare al proprio interno un ufficio di presidenza per l’esercizio dei propri compiti, secondo le modalità previste dal regolamento di cui all’articolo 37.

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • pinterest
  • mail

Autore: Admin

Progetto promosso da: