| Registrati | Recupera Password

 | 
 | 
 | 
Ricerca
Povertá
0

Caritas, le “Povertà plurali” che aumentano del 130% in 5 anni

E’ stato presentato a Expo Milano il 17 ottobre, Giornata internazionale contro la povertà, il Rapporto Caritas 2015 sulla povertà e l’esclusione sociale, dal titolo “Povertà plurali“, a sottolineare la pluralità di percorsi e di cause che portano alla povertà.

Più di 53 milioni di persone nell’Unione Europea non riescono a soddisfare in modo stabile l’esigenza di un pasto adeguato. A fronte di una media europea del 10,5%, in Italia sono il 14,2% della popolazione, con un incremento record del 130% in 5 anni. Una situazione allarmante confermata dai 6.273.314 di pasti erogati nel corso del 2014 da 353 mense diocesane, e dai 3.816 centri di distribuzione viveri, promossi da 186 Caritas diocesane. I problemi più frequentemente sottoposti ai centri di ascolto vedono al primo posto quelli legati alla povertà economica (54,6%), seguiti dai problemi relativi al lavoro (41%) e abitativi (18,2%). Le richieste più frequenti riguardano beni e servizi materiali (58%), l’erogazione di sussidi economici (27,5%) e la ricerca di lavoro (17,4%).

Sintesi - Testo completo - Intervento di presentazione - Comunicato


 

Vedi anche i dati Eurostat pubblicati questa settimana: una persona su quattro rischia la povertà e una ricerca sulla povertà in Europa.

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • pinterest
  • mail

Autore: Marocchi

Progetto promosso da: