| Registrati | Recupera Password

 | 
 | 
 | 
Ricerca
Cooperative sociali
0

Cooperative B, nessuna contribuzione per ammortizzatori sociali relativamente ai lavoratori svantaggiati

Pubblicato dal Ministero del Lavoro un interpello relativo ad un quesito avanzato dalle centrali cooperative circa i versamenti al Fondo di solidarietà residuale ex art. 3, comma 19, L. n. 92/2012 (pari allo 0.5% delle retribuzioni mensili imponibili a fini previdenziali) relativamente ai lavoratori svantaggiati da parte delle cooperative di tipo B. La domanda ha riguardato la possibilità di “escludere il versamento del contributo ordinario, pari ad una percentuale delle retribuzioni mensili imponibili ai fini previdenziali, previsto per finanziare il suddetto Fondo, in caso di lavoratori svantaggiati impiegati nell’ambito delle cooperative sociali di tipo b), pur nel contestuale mantenimento del diritto di accesso alla prestazione garantita dal Fondo stesso”; ciò sulla base della previsione che, sulla base di quanto previsto dall’art. 4 della legge 381/1991, le aliquote complessive della contribuzione per l’assicurazione obbligatoria previdenziale ed assistenziale … relativamente alla retribuzione corrisposta alle persone svantaggiate … sono ridotte a zero”.
L’argomentazione evidenziata dalle centrali cooperative è stata accolta e di conseguenza, come conclude la risposta all’interpello “Alla luce delle osservazioni sopra svolte si ritiene che, ai sensi dell’art. 4, comma 3, L. n. 381/1991 , nell’ambito delle cooperative sociali di tipo b) non risulti dovuto il versamento del contributo ordinario pari allo 0,50% – di cui due terzi a carico del datore di lavoro e un terzo a 3 carico del lavoratore – relativamente alla retribuzione corrisposta ai lavoratori svantaggiati, pur nel contestuale mantenimento del diritto di accesso alla prestazione garantita dal Fondo residuale di cui all’art. 3, comma 19, L. n. 92/2012.”

 

Share:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • pinterest
  • mail

Autore: Marocchi

Progetto promosso da: